Dead or Alive

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Dead or Alive

Messaggio  Alpaca il Lun Nov 09 2009, 17:45

Dead or Alive




I Dead or Alive sono un gruppo musicale britannico (all'inizio tendente, genericamente, alla new wave, poi più spiccatamente dance), originario di Liverpool, che ha raggiunto una grande popolarità negli anni ottanta, nel Regno Unito, in Europa e nel resto del mondo, mantenendola per tutti gli anni novanta in Giappone, dove il quartetto ha infranto qualsiasi record stabilito prima da artisti o gruppi, soprattutto con l'album del 1988, intitolato Nude. La fama della band è dovuta soprattutto al singolo Numero Uno mondiale "You Spin Me Round (Like a Record)", uno dei primissimi grandi successi realizzati dal trio di produttori inglese costituito da Mike Stock, Matt Aitken e Pete Waterman, maggiormente noto con il nome collettivo di Stock, Aitken & Waterman (o con il relativo acronimo, variamente scritto SAW o S/A/W).
Il gruppo, da sempre e tuttora, identificatosi con la figura carismatica del suo leader, Pete Burns, che nel periodo più recente è rimasto praticamente l'unico componente originario (assieme a Steve Coy) a portare avanti il nome del gruppo, si è distinto, nella decade patinata dei gender benders, per un tipo di musica per lo più riconducibile ai vari generi e sottogeneri del pop e del rock, e di conseguenza al genere ibrido del cosiddetto pop rock, con accenni e venature di progressive, in special modo agli albori del progetto, prima di approdare a un sound più orientato verso la dance, la acid house, l'elettronica e, soprattutto, la fase embrionale dell'Europop, di cui S/A/W sono stati i più famosi promotori, nel periodo a cavallo tra gli anni ottanta e gli anni novanta.

La storia del gruppo in breve

Dopo un periodo di orientamento musicale piuttosto rock underground, tendente quasi al progressive, nel 1983, il gruppo firma con una major, la CBS/Epic Records (poi Sony Music), cominciando a dirigersi verso un suono più dance. Si fa conoscere al grande pubblico britannico nel 1984, con una cover di "That's the Way (I Like It)", della KC and the Sunshine Band, mentre, un anno più tardi, nel 1985, otterrà il riconoscimento mondiale, grazie a una delle canzoni più celebri degli anni ottanta, "You Spin Me Round (Like a Record)", conosciuta anche, senza il sottotitolo parentetico, soltanto come "You Spin Me Round", primo grande successo anche per il trio di produttori che la realizza, Mike Stock, Matt Aitken e Pete Waterman, cha di lì a poco diventeranno il trio di produttori per antonomasia (vedi Stock, Aitken & Waterman).
Il successo presso il grande pubblico corrisponde al periodo di stabilità interna del gruppo (1984-1989). Dopo il 1989, la situazione diventerà invece alquanto instabile, e i Dead or Alive cadranno nel dimenticatoio, tranne che nell'ambiente gay, in cui Pete diventa, fin da sùbito, un'icona indiscussa e costantemene amata, e in Giappone, dove anzi la band polverizzerà tutti i record possibili ed immaginabili, con l'album Fan the Flame (Part 1), uscito lì nel 1990, ma mai pubblicato in Europa, neanche dopo l'enorme successo giapponese. Nel 2006, Pete Burns comparirà sulla televisione britannica, partecipando alla versione locale del Grande Fratello VIP, classificandosi quinto nella puntata finale.

I maggiori successi
Anche se, forse, il primo singolo del 1984, "You Spin Me Round (Like a Record)", è stato il successo maggiore mai ottenuto dal gruppo, sia nella madrepatria che oltreoceano, il più grande successo in assoluto i Dead or Alive lo hanno raggiunto in Giappone, con il singolo dei record del 1988, "Turn Around & Count 2 Ten", il quale, ironia della sorte, in Gran Bretagna si è fermato addirittura al Numero 70, rimanendo invece in cima alla classifica giapponese per la bellezza di 17 settimane di fila! Il che equivale a poco più di 4 mesi (4 mesi e 1 settimana, per la precisione)...

Altri successi maggiori del gruppo, nel Regno Unito, sono stati invece il singolo del 1984 "That's The Way (I Like It)" (cover del noto brano di KC and the Sunshine Band, primo successo da Top 40 per la band di Burns, arrivato al Numero 22), i due singoli del 1986 "Brand New Lover" (Numero 31) e "Something in My House" (Numero 12), e gli altri tre singoli estratti dal secondo album del 1985, "Lover Come Back to Me" (Numero 11), "In Too Deep" (Numero 14) e "My Heart Goes Bang (Get Me to the Doctor)" (Numero 23).

Il successo mondiale di "You Spin Me Round (Like a Record)"
Il singolo "You Spin Me Round (Like a Record)" è stato pubblicato e ri-pubblicato dalla band svariate volte:

* in occasione della primissima uscita, quella originaria del 1984;
* assieme alle copie stampate, nel 1996, per l'album Nukleopatra;
* nell'album Fragile, del 2000;
* un remix del pezzo viene realizzato in concomitanza con la collection di greatest hits, Evolution - The Hits, del 2003;
* nel 2006, dopo la comparsa di Burns nel reality show televisivo britannico del «Grande Fratello VIP» (Celebrity Big Brother).

Il successo da record di "Turn Around & Count 2 Ten" in Giappone

Come accennato, il più grande successo dei Dead or Alive, fuori dai confini dell'Europa e dell'America, il singolo "Turn Around & Count 2 Ten" resta al Numero Uno, nella classifica giapponese, per ben 17 settimane, nel 1988, accompagnato forse da uno dei videoclip più colorati e più belli in assoluto mai realizzati dal gruppo. La traccia ha rappresentato il primo singolo estratto dall'album Nude, segnando inoltre la partenza di Tim Lever e Mike Percy, i due componenti storici del gruppo che, solo alcuni anni dopo, verranno rimpiazzati entrambi da Jason Alburey. Lever, tra l'altro, non compare nel relativo video per il singolo del 1988, a causa dei suoi problemi con un'incipiente calvizie, che lo spingevano a indossare vistosi copricapi, ricavati da sciarpe e altri indumenti, nei concerti dal vivo.

Attività recenti

* Dopo i successi maggiori, ottenuti nel corso degli anni ottanta, l'organico originario della band si è diviso nel 1990, quando i compositori e musicisti Tim Lever e Mike Percy hanno abbandonato il gruppo, per iniziare una congiunta carriera indipendente, in qualità di produttori e tecnici del suono. I due possiedono attualmente gli «Steelworks Studios», a Sheffield, in Gran Bretagna.[1] Come tecnici del suono, Lever e Percy hanno ottenuto un successo di gran lunga maggiore rispetto a quello mai raggiunto come membri dei Dead or Alive, scrivendo e remixando singoli Numero 1 per una serie di artisti e band di notevole fama, quali S Club 7, Blue e Robbie Williams.
* Pete Burns e Steve Coy hanno invece reclutato il tastierista Jason Alburey, nel 1996, continuando a registrare e a suonare dal vivo. Anche se non sono mai riusciti a replicare il successo del 1985, i Dead or Alive vantano ancòra un ampio séguito internazionale.
* I Dead or Alive (e talvolta Pete Burns come artista solista) hanno partecipato a molti concerti internazionali, realizzati per le varie manifestazioni legate al Gay Pride, a partire dalla metà degli anni novanta. Durante tutti gli anni '90, Pete Burns era ancòra sposato e non aveva ancòra riconosciuto pubblicamente la sua omosessualità.
* Recentemente il tastierista Jason Alburey sta terminando di registrare il suo album da solista. Sotto il nome di "Jeyjon", effettua delle perfomance soliste con sue produzioni quali 'I don't want to be in love' e 'All the freaks' (di cui i video sono dispobili su YouTube).

I componenti

Del gruppo, i cui membri storici si sono ormai ridotti a un duo (a cui si è però aggiunto un terzo nuovo elemento, a partire dal 1996), fanno o hanno fatto parte, nel corso del tempo, i seguenti musicisti:

* Pete Burns (dal 1980 fino ad ora): voce del gruppo e principale compositore dei brani, soprattutto dei testi (piuttosto interessanti da un punto di vista strettamente letterario, nonostante il leader, interrogato sul significato delle parole delle sue canzoni, abbia spesso, più o meno auto-ironicamente, dichiarato che «Non significano assolutamente niente»). Burns non ha mai suonato alcuno strumento musicale, ma in alcuni video è comparso imbracciando una chitarra elettrica, che però fa soltanto finta di suonare. Come accennato, e come d'altronde universalmente noto, Pete è sempre stato l'elemento principale del gruppo, e gli altri membri sono stati, per lo più, oscurati dalla sua figura prorompente ed eccessiva, in maniera di gran lunga maggiore rispetto a quanto è successo al gruppo britannico dei Culture Club, i cui componenti sono, pian piano, riusciti a far conoscere al pubblico almeno i loro nomi, nonostante, anche in quel caso, l'attenzione dei media e dei fans fosse grandemente concentrata sul cantante solista Boy George, il più illustre dei gender benders dell'epoca, se non addirittura il capostipite, anche se Pete Burns non sarebbe affatto d'accordo sulla precedenza cronologica o sulla maggiore risonanza, rivendicando da sempre la sua genuina originalità e addirittura accusando Boy George di aver copiato il suo stile unico e inimitabile. Tra l'altro, a causa della leggera somiglianza di Pete con George, molte persone, al di fuori della Gran Bretagna, presupponevano che i Dead or Alive costituissero una risposta, o addirittura un'imitazione, rispetto ai Culture Club. In realtà, nonostante le somiglianze tra i due, tanto evidenti quanto limitate a questioni formali, i Dead or Alive, in quanto gruppo musicale, si sono formati due anni prima dei Culture Club.
* Wayne Hussey (1982-1984): chitarrista, è stato uno dei primi membri della band, scrivendo la maggior parte delle canzoni nel periodo 1982-1983. Hussey ha lasciato il gruppo all'inizio del 1984, per unirsi a The Sisters of Mercy, con i quali è rimasto soltanto un anno; successivamente, alla fine del 1985 formerà la band di rock alternativo nota come The Mission, che otterrà un discreto successo di nicchia.
* Mike Percy (1982-1990): bassista della formazione storica, Percy viene notato innanzitutto per la particolare acconciatura (siamo negli anni ottanta, dove, come è risaputo, i particolari formali ed esteriori in genere hanno sempre la meglio sul contenuto, la sostanza, l'essenza - e il resto... non conta!), oltre che per aver scritto, insieme agli altri, praticamente tutte le canzoni dei Dead or Alive comprese nel periodo che va dal 1984 al 1990. È stato proprio lui a scrivere e a suonare la traccia di base, su cui si innesteranno, in un secondo, forse ancòra più ispirato momento, le voci e il resto degli strumenti, che daranno vita al mega-successo planetario di "You Spin Me Round (Like a Record)".
* Steve Coy (1982 fino ad ora): batterista della formazione storica, è il più giovane componente della band (classe 1962). Coy ha composto gran parte delle basi musicali per il gruppo, ma non si è mai interessato alla scrittura dei testi. A partire dal 1996, Steve inizierà a produrre da sé i videoclip dei Dead or Alive, incominciando dalla cover di David Bowie, "Rebel Rebel", inserita nell'album intitolato Nukleopatra (il cui primo singolo estratto, "Sex Drive", rappresenterà un grandissimo successo per la formazione britannica in Italia).
* Tim Lever (1983-1990): tastierista della formazione storica, il cui vero nome è Timothy Lever. Il musicista suona anche il sassofono e vari tipi di chitarra, e, assieme al chitarrista Mike Percy, è stato responsabile di gran parte del lavoro di composizione per il gruppo. Tim indossava spesso cappelli, sciarpe o altri indumenti, utilizzati come copricapi, negli spettacoli dal vivo. Questa originale scelta nel look era in realtà dovuta all'incipiente calvizie, costantemente peggiorata nel corso degli anni ottanta. Lever, letteralmente ossessionato da questo problema, addirittura non compare in alcuni video girati dalla band, tra cui quello di "I'll Save You All My Kisses" e addirittura quello realizzato per "Turn Around & Count 2 Ten", brano che ha polverizzato ogni tipo di record in Giappone (cfr. infra).

* Sue James (1980-1981): basso.
* Joe Musker (1980-1983): batteria.
* Martin Healy (1980-1983): organo elettrico.
* Adrian Mitchell (1980-1981): chitarra.
* Peter Oxendale (1990-1995)
* Jason Alburey (1996-2003): nel 1996, ha sostituito sia Percy che Lever, usciti dal gruppo nel 1990. Alburey, rimpiazzando i due colleghi uscenti, negli incarichi legati alla composizione strettamente musicale, è stato a dir poco fondamentale nella formazione del suono più moderno e al passo coi tempi degli ultimi Dead or Alive. Jason compare anche nel video girato per la ristampa del 2003 della hit storica della band, "You Spin Me Round (Like a Record)", anche se non ha mai avuto nulla a che fare con il brano stesso.


Fonte wikipedia
avatar
Alpaca

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 08.11.09
Età : 24

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum